Studenti in Quota

 

Periodo consigliatoluglio-agosto
DifficoltàE
Attrezzaturaindispensabile la tenda; equipaggiamento da alta montagna (neve certa sul Passo Fimmvörðuháls)
Sviluppoentroterra di Skógar, Emstrur, Riserva naturale di Fjallabak, Sprengisandur, fiordo di Akureyri
Motivi di interesse
  • cascata Skógafoss
  • vulcano Eyjafjöll, la cui eruzione nel 2010 bloccò il traffico aereo di mezza Europa
  • pista da Þórsmörk a Landmannalaugar, tra i più spettacolari percorsi escursionistici al mondo
  • sorgenti calde di Landmannalaugar (m. 601)
  • deserto dello Sprengisandur
  • sorgenti calde di Laugafell (m. 740)
  • Leyningshólar (m. 200 ca.), rarissima area boschiva
  • Akureyri
Segnavia
  • paline segnaletiche da Skógar a Landmannalaugar
  • ometti in pietra tra Laugafell e Bergland
Cartografia
  • Ferðakort, Sérkort (Þórsmörk-Landmannalaugar), scala 1:100.000
  • Ferðakort, carta n. 5 (Hálendið), scala 1:250.000
  • Útivist, carta n. 2 (Þingeyjarsveit suður - Eyjafjarðarsveit), scala 1: 100.000

 

Trekking mediamente impegnativo, se percorso con il bel tempo. Aspettarsi condizioni invernali (temperature basse e vento costante), nonostante la stagione. Acqua abbondante anche nel deserto dello Sprengisandur (se ne consiglia sempre la purificazione e, se prelevata dai laghi, il filtraggio). Superato l'Háumýrakvísl, per portarsi sulla pista F752 che conduce a Laugafell si suggerisce di seguire il corso del fiume Bergvatnskvísl (guado obbligato). Vivamente consigliato il bagno presso le sorgenti calde di Landmannalaugar e Laugafell.

Per tutte le altre informazioni, v. il dettaglio dell'itinerario percorso in Islanda.
Visualizza le foto qui.
Per l'itinerario completo, consulta la pagina Itinerari percorsi (trekking realizzato dal 23 luglio al 3 agosto 2012).
Consulta anche il libro, alle pagine 56-58 e 75-93.

Back to top