Studenti in Quota

 

Località di partenzaLago Santo Modenese (m. 1501), nel comune di Pievepelago (MO)
Località di arrivoLago Santo Modenese
VetteMonte Rondinaio Lombardo (m. 1824), Monte Rondinaio (m. 1964), Monte Giovo (m. 1991), Monte Nuda (m. 1774), Cima dell'Omo (m. 1859), Cime di Romecchio (m. 1791), Monte Romecchio (m. 1700)
Cime minoriMonte La Porticciola (m. 1903), Altaretto (m. 1927), Grotta Rosa (m. 1953)
Dislivello in salita2000 metri scarsi
Tempo totale2 giorni
Periodo consigliatomaggio-giugno e settembre-ottobre; possibile in aprile, con neve quasi certa
DifficoltàEE (passaggio esposto, attrezzato con catena e cavo metallico, sulla Grotta Rosa)
Attrezzaturaghette in presenza di neve; utili i ramponi
PernottamentiRifugio Bertagni (m. 1501)
SviluppoParco regionale dell'Alto Appennino modenese
Acqua sul percorsono
Motivi di interesse
  • Lago Santo Modenese
  • panoramica cresta tra il Monte Rondinaio e il Monte Giovo
Segnaviabianco-rossi (sentieri CAI nn. 523, 521, V521, 00, 527, 539, 529)
Cartografiail Sentiero editore, carta n. 12 (Alto Appennino modenese), scala 1:25.000

 

Trekking in ambiente maestoso, specie in presenza di neve. La vetta del Monte Rondinaio Lombardo è raggiungibile anche risalendone il boscoso contrafforte nordoccidentale. L'articolata cresta tra il Monte Rondinaio e il Monte Giovo, pur senza difficoltà di rilievo, va percorsa con la dovuta cautela. La salita al Monte Nuda in coda alla prima giornata di cammino può risultare faticosa. L’itinerario coincide con alcuni tratti della Grande Escursione Appenninica e dell’Alta Via dei Parchi (dal Lago Santo Modenese al Lago Baccio, dal Monte Rondinaio al Passetto, dal Lago Santo Modenese al Colle Bruciata e dal Monte Romecchio al Colle Bruciata).

Visualizza le foto qui.
Leggi l'articolo dedicato qui.
Per l'itinerario completo, consulta la pagina Itinerari percorsi (trekking realizzato il 21-22 aprile 2018).
Back to top