Studenti in Quota

 

Località di partenzaGortsia (m. 1120), nel comune di Dion-Olympos (Grecia)
Località di arrivostazione ferroviaria di Litochoro (m. 21), nel comune di Dion-Olympos
VetteTouba (m. 2801), Profitis Ilias (m. 2803), Mytikas (m. 2917), Skolio (m. 2911)
Cime minoriSkourta (m. 2476), Skala (m. 2866)
Dislivello in salita3000 metri circa
Tempo totale4 giorni
Periodo cosigliatoda giugno ad ottobre
DifficoltàE, F (Louki e Kakoskala)
Attrezzaturaconsigliato il caschetto da alpinismo
Pernottamentirifugi Petrostrouga (m. 1940), Giosos Apostolidis (m. 2697) e Spilios Agapitos (m. 2060)
Sviluppomassiccio del Monte Olimpo
Acqua sul percorsosorgente Kolokythies, a circa 10 minuti dal sentiero principale, poco prima del rifugio Petrostrouga; fontane tra il rifugio Spilios Agapitos e Prionia e a Prionia
Motivi di interesse
  • la "grotta" dove visse per 20 anni il pittore Vasilis Ithakisios (1878-1977)
  • vista sulla costa orientale della Grecia dalla terrazza del rifugio Petrostrouga
  • vista sull'anfiteatro roccioso Stefani, il "trono di Zeus", dal Mouson plateau
  • vista dalle cime Touba e Profitis Ilias sulla pianura Pieria e sul bacino glaciale Kazania rispettivamente
  • la cappella più alta dei Balcani, costruita nel XVI secolo da San Dionigi sulla cima Profitis Ilias
  • l'ascensione alla cima principale del Monte Olimpo, Mytikas, attraverso il canale Louki
  • la discesa lungo la via normale (Kakoskala)
  • la gola del torrente Enipeas
  • il monastero e la grotta di San Dionigi, nella valle del torrente Enipeas
Infrastrutture utili
  • cappella sempre aperta sulla cima Profitis Ilias
  • tettoia presso il monastero di San Dionigi
Segnavia
  • tacche rosse e segni giallo-rossi da Gortsia al rifugio Giosos Apostolidis
  • bolli giallo-blu e segni rossi sbiaditi nel canale Louki
  • segni giallo-rossi da Mytikas a Skala
  • tacche rosse da Skala al rifugio Spilios Agapitos
  • quadratino rosso dal rifugio Spilios Agapitos a Litochoro
CartografiaAnavasi, Mt Olympus, scala 1:25000

 

Notevole salita al monte degli dèi per antonomasia, con traversata dal Mouson plateau al rifugio Spilios Agapitos ("A") passando per la vetta principale. Il canale Louki, pur non difficile (II grado), va affrontato con la dovuta attenzione (attacco sulla destra, subito prima che il sentiero proveniente dal rifugio Apostolidis perda quota). La discesa dalla cima Mytikas lungo la via normale (Kakoskala) richiede la massima concentrazione. Con il bel tempo si consiglia di sfruttare le pittoresche pozze balneabili del torrente Enipeas. Da Litochoro all'omonima stazione ferroviaria calcolare più di un'ora.
L'itinerario coincide con un tratto del sentiero europeo E4 (dalla cima Skolio a Litochoro).

Visualizza le foto qui.
Visualizza l'articolo dedicato qui.
Per l'itinerario completo, consulta la pagina Itinerari percorsi (trekking realizzato dal 1° al 4 ottobre 2019).

Back to top