Studenti in Quota

 

Località di partenza
  • Forcella del Fargno (m. 1820), nel comune di Ussita (MC)
  • Rifugio Sibilla (m. 1546), nel comune di Montemonaco (AP)
Località di arrivo
  • Forcella del Fargno
  • Foce (m. 945), nel comune di Montemonaco (AP)
VetteMonte Rotondo (m. 2102), Pizzo Acuto (m. 2035), Pizzo Tre Vescovi (m. 2092), Pizzo Berro (m. 2259), Monte Priora (m. 2332), Monte Sibilla (m. 2173), Cima Vallelunga (m. 2221), Monte Porche (2233), Palazzo Borghese (m. 2145), Sasso di Palazzo Borghese (m. 2119), Monte Argentella (m. 2200), Cima del Redentore (m. 2448), Pizzo del Diavolo (m. 2410), Cima del Lago (m. 2423), Monte Vettore (m. 2476), Sasso d'André (m. 2100)
Cime minoriCima di Forca Viola (2230), Quarto S. Lorenzo (m. 2247), Cima dell'Osservatorio (m. 2350), Punta di Prato Pulito (m. 2373), Monte Torrone (m. 2117)
Dislivello in salita3400 metri circa
Tempo totale4 giorni
Periodo consigliatoda giugno ad ottobre
DifficoltàE, EE
PernottamentiRifugio del Fargno (m. 1811), Rifugio Zilioli (m. 2240)
SviluppoParco nazionale dei Monti Sibillini
Acqua sul percorsono (Fonte delle Fate, nei pressi del Casale Argentella, secca in estate)
Motivi di interesse
  • vestigia della Grotta delle Fate
  • Cima del Redentore, massima elevazione dell'Umbria
  • scorcio del Lago di Pilato dalla cresta tra la Cima del Redentore e la Cima del Lago
  • Monte Vettore, massima elevazione delle Marche, nonché cima più alta tra le Alpi e il Gran Sasso
  • punti trigonometrici sulla maggior parte delle vette
Segnaviaradi segni bianco-rossi (sentieri CAI nn. 276, 274, 273, 277, 155, 156, 558, 554, 101, 132), eccetto nei tratti di cresta
CartografiaSocietà Editrice Ricerche, Monti Sibillini, scala 1:25.000

 

Due panoramicissimi itinerari di cresta alla portata di ogni buon camminatore che consentono di toccare quasi tutte le vette principali del gruppo, con trasferimenro in auto dai Sibillini settentrionali a quelli meridionali. Dalla sella di Pizzo Acuto si consiglia di deviare sull'omonima vetta (I grado). Giunti alla Forca Viola, è possibile percorrere una variante alta salendo per ripidi prati all'omonima cima e proseguendo in direzione della Cima dell'Osservatorio. Qualche passo lievemente esposto sulla breve cresta che dalla Cima del Redentore conduce al Pizzo del Diavolo. Prestare attenzione ai cani da pastore sul Monte Sibilla e, specie in discesa, ad una insidiosa e non evidentissima frattura del terreno lungo il tragitto tra la Forcella del Fargno e il Monte Rotondo.

Visualizza le foto qui.
Per l'itinerario completo, consulta la pagina Itinerari percorsi (trekking realizzato dal 30 luglio al 2 agosto 2022).

Back to top